News

Terminal – Festival dell’arte in strada: dal 18 al 20 maggio a Udine

TERMINAL – CIRCO CONTEMPORANEO, ARTI VISIVE, MUSICA, TEATRO E WORKSHOP APERTI A TUTTI
18,19 e 20, MAGGIO, UDINE, PIAZZA VENERIO
Ingresso libero

TUTTI I GIORNI:
– Spazio urbano food&beverage sempre aperto
– Workshop

Venerdì 18 maggio
19:00 – Many Heights
Cosa significa essere un gruppo? Cosa significa essere amici?
È sempre felice e divertente lavorare insieme? Cercheranno di mostrare cosa gli dà piacere, cosa trovano divertente, come le loro relazioni come amici e partner influenzino il loro lavoro.
20:30- Ape Blues
L’affascinante mondo delle api è il luogo-metafora in cui incontriamo un essere speciale, unico, ma allo stesso tempo inutile, in una società dove solo chi produce ha il diritto di vivere.
22:00 – Cacao Mental live w/ Cas’Aupa Dissonanze \\ Udine
CACAO MENTAL è un progetto che fonde cumbia, musica elettronica e psichedelia, in canzoni che avvicinano la tradizione musicale latinoamericana ad una sonorizzazione cinematica e ballabile insieme.

Sabato 19 maggio
15:00, 16:00, 17:00 – Fermata Via Gorghi 29 – Audiobus
Performance itinerante ambientata sulla linea di un autobus urbano. Arte performativa, arte visiva e sonora rileggono gli spazi pubblici in modo inedito e guidano i cittadini, anche coloro che non sanno di essere spettatori, tra il reale e il surreale.
Dalle 15:00 – Largo Ospedale Vecchio, Piazza Venerio – Workshops
– OGNI CENTO METRI IL MONDO CAMBIA
silent-play in un percorso rievocativo di quello che rappresenta un viaggio della speranza per i profughi a cura dell’associazione NON DALLA GUERRA
– GIOCHI IN LEGNO – ESSENZIALI
Giochi in legno realizzati con materiali di riciclo, a cura del Progetto Giovani Pozzuolo e I Corretti ASD
– ALL IN CIRCUS
laboratorio di circo sociale organizzato dai volontari del Circo all’inCirca
18:00 – Qahwa Noss Noss
Un caffè popolare e i suoi personaggi che raccontano il Marocco. Il Marocco prima di aspettare la fine del mese e chiunque venga, non aspetta nulla e produce tutto. Il “Qahwa noss noss” è un’istituzione in Marocco, mezzo caffè, metà latte.
19:30 – Ironie d’un Saut
Le capacità fisiche degli artisti sono messe al servizio di ciò che vogliono trasmettere al pubblico: uno sguardo contemporaneo al mondo in cui viviamo, cercando l’emozione del gesto rivolto al corpo accademico.
21:00 – Chiesa di San Francesco – Respire
Entrata a 5 € Biglietti all’InfoPoint e all’entrata.
Tecniche circensi, comicità, danza ed energie che li portano in degli immaginari poco probabili e ricerche che girano in tondo. Ciò che conta per loro è l’espressione corporale, la prodezza tecnica, la sorpresa perpetua e il ritmo… Il tutto scandito da grandi risate.

Domenica 20 maggio
10:00, 11:00 15:00. 16:00 – Fermata Via Gorghi 29 – Audiobus
Performance itinerante ambientata sulla linea di un autobus urbano. Arte performativa, arte visiva e sonora rileggono gli spazi pubblici in modo inedito e guidano i cittadini, anche coloro che non sanno di essere spettatori, tra il reale e il surreale.
Dalle 15:00 – Largo Ospedale Vecchio, Piazza Venerio – Workshops
– LA CITTÀ CHE VORREI È FATTA COSÌ!
Costruzione del plastico di una città collettiva, progettata secondo il gusto degli abitanti. A cura di BEKKO
– STORIE DI BURATTINI COMPLICI…
Saggio del Laboratorio Animare i Burattini a cura di ORTOTEATRO e condotto da Walter Broggini
– GIOCHI IN LEGNO – ESSENZIALI
Giochi in legno realizzati con materiali di riciclo, a cura del Progetto Giovani Pozzuolo e I Corretti ASD
17:00 – Many Heights
Many Heights riguarda il gruppo e l’individuo. Cosa significa essere un gruppo? Cosa significa essere amici? È sempre felice e divertente lavorare insieme? Cercheranno di mostrare cosa gli dà piacere, cosa trovano divertente, come le loro relazioni come amici e partner influenzino il loro lavoro.
18:00 – Ironie d’un Saut
Le capacità fisiche degli artisti sono messe al servizio di ciò che vogliono trasmettere al pubblico: uno sguardo contemporaneo al mondo in cui viviamo, cercando l’emozione del gesto rivolto al corpo accademico.
19:30 – Qahwa Noss Noss
Un caffè popolare e i suoi personaggi che raccontano il Marocco. Il Marocco prima di aspettare la fine del mese e chiunque venga, non aspetta nulla e produce tutto. Il “Qahwa noss noss” è un’istituzione in Marocco, mezzo caffè, metà latte.
21:00 – Chiesa di San Francesco – Respire
Entrata 5 € Biglietti all’InfoPoint e all’entrata
Tecniche circensi, comicità, danza ed energie che li portano in degli immaginari poco probabili e ricerche che girano in tondo. Ciò che conta per loro è l’espressione corporale, la prodezza tecnica, la sorpresa perpetua e il ritmo … Il tutto scandito da grandi risate.

Tags

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close