News

Sabato 2 e domenica 3 novembre, Pordenone: “Mio fratello rincorre i dinosauri” a CinemazeroKids

La vera storia di Jack e Gio, dopo essere stata raccontata in un libro che è ormai bestseller, arriva al Nuovo Cinema Don Bosco per un nuovo appuntamento con i CinemazeroKids sabato 2 e domenica 3 novembre alle 16.00.

A introdurre la proiezione di sabato de Mio fratello rincorre i dinosauri, film d’esordio di Stefano Cipani, sarà il giovane protagonista Lorenzo Sisto, che condividerà con il pubblico presente in sala le emozioni provate nel girare il film con attori professionisti.

Il film si apre con la nascita di Gio, il fratellino che Jack aveva sempre desiderato e che i genitori presentano come un bambino “speciale”. “Sarà diverso da noi” dice la mamma. “Magari sarà meno agile, un po’ meno veloce” spiega il padre, “come le tartarughe Ninja” aggiunge Jack e da quel momento, nel suo immaginario, Gio diventa un supereroe, dotato di poteri incredibili, come un personaggio dei fumetti. Con il passare del tempo Jack scopre che in realtà il fratellino ha la sindrome di Down e per lui diventa un segreto da non svelare.

“In periodi difficili per la tolleranza e l’accettazione, le storie sono ancora gli strumenti più forti per entrare in sintonia con i pezzi di mondo che non ci appartengono” spiega Giacomo Mazzariol presentando le prime immagini del film tratto dal suo libro.

“Amore e accoglienza rendono la nostra esistenza unica” prosegue, “altrimenti rimaniamo da soli con le nostre paure nascoste sotto corazze di legno e parole grosse, esorcizzate in bugie e dita puntate.”

Ricordiamo che la gestione del Nuovo Cinema Don Bosco, progetto nato dalla collaborazione tra tra Well Fare Pordenone, il Servizio di Integrazione Lavorativa dell’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 5, Cinemazero e diversi partner del territorio, tra cui il Comune di Pordenone e Fondazione Friuli è affidata a 20 volontari che, con il coordinamento del SIL e di Well Fare Pordenone, partecipano ad un progetto di inclusione sociale per persone con vulnerabilità. L’obiettivo è cambiare i connotati della definizione di disabilità e fornire competenze alle persone che lavorano nel Nuovo Cinema Don Bosco, oltre che creare un nuovo spazio di aggregazione che è soprattutto rivolto ai più piccoli e alle loro famiglie. L’offerta culturale verrà arricchita da rassegne per le scuole e proiezioni speciali, al fine di rendere la sala cinematografica, la più grande della città con 352 posti, al servizio delle iniziative della comunità pordenonese.

Prevendita attiva: www.cinemazero.it

Tags

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close