News

PICCOLIPALCHI: domenica 17 novembre a Udine va in scena Morfeo

La rassegna teatrale per le famiglie Piccolipalchi curata dall’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia ospiterà domenica 17 novembre Morfeo, spettacolo di danza contemporanea della compagnia Arearea di Udine dedicato ai bambini dai 6 anni in su.

Morfeo è il dio della notte, del sogno e delle forme. Cadere tra le sue braccia può essere soffice e allo stesso tempo rischioso perché quell’abbraccio ci mette in contatto con un mondo altro, che tuttavia ci appartiene. 

Lo spettacolo, interpretato da Angelica Margherita e Andrea Rizzo, nasce all’interno del progetto triennale MITICA che vede la danzatrice e coreografa Marta Bevilacqua impegnata nella scrittura di danza per le nuove generazioni a partire dai grandi temi della classicità, intesi come potente veicolo di comunicazione e di riflessione sulla realtà contemporanea.

L’appuntamento andrà in scena alle ore 17.00 negli spazi de Lo Studio in via Fabio di Maniago 15, quartier generale della compagnia udinese, ed è inserito nel cartellone di Paesaggi, la sezione che ERT ed Arearea dedicano alla danza all’interno della più ampia rassegna Piccolipalchi. 

Biglietti: intero 6 euro, ridotto 5 euro, pacchetto gruppo/famiglia (4 ingressi) 20 euro.

La rassegna Piccolipalchi è organizzata dall’Ente Regionale Teatrale in collaborazione con gli enti locali aderenti, la compagnia Arearea e la partecipazione della Fondazione Friuli. Giunta alla 14ima edizione, si è consolidata come un importante intervento di politica culturale per l’infanzia e di servizio al territorio, raccogliendo attorno a sé una rete di soggetti che condividono lo spirito del progetto. Il cartellone 2019/2020 – consultabile al sito www.ertfvg.it – conta complessivamente 21 appuntamenti in 9 comuni della regione.

Tags

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close