News

Mercoledì 9 ottobre, Udine: Torna “Disturbo?” con le narrazioni in musica di Handle With Care

Mercoledì 9 ottobre alle 19 nella sede della Comunità Nove nel Parco di Sant’Osvaldo in via Pozzuolo 330 a Udine, torna la nave spaziale “Disturbo?” per la 5^ edizione della manifestazione promossa da Cooperativa sociale Itaca e Dipartimento di salute mentale dell’Asuiud, in occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale. Ad inaugurare la rassegna saranno le narrazioni di Angelo Floramo e la fisarmonica di Paolo Forte con “Handle With Care” (ingresso libero), prima tappa di un nuovo viaggio tra le diverse forme e sostanze della delicatezza. Ricco il ventaglio delle collaborazioni consolidate, cui si aggiunge quest’anno l’ingresso della Bottega Errante che si affianca a partner come Cosm – Consorzio operativo salute mentale, Cooperativa Duemilauno Agenzia sociale, Arci comitato territoriale di Udine, Circolo Arci Misskappa, Aps Arci Bar Sport e gruppo artistico CipArt. Come nelle precedenti edizioni, si tratterà di un viaggio con più tappe, varie e diverse, che a partire da ottobre costituiranno un appuntamento mensile fino alla primavera 2020. Le altre date del programma sono ancora top secret, ma riguarderanno musica, comunicazione, arte, poesia e teatro.

Con l’avvicinarsi della Giornata Mondiale della Salute Mentale (fissata il 10 ottobre), la “Nâf Spaziâl – Disturbo?” scalda i motori e si prepara a ripartire per un altro lungo viaggio, mentre sulla terra il tempo pare quasi essersi fermato. “Nella complessità delle relazioni umane, la dimensione della delicatezza, tema centrale sui cui ruoteranno tutti gli appuntamenti dell’edizione 2019, si fa sempre più rara. Dilaga – evidenziano i promotori della rassegna – una comunicazione prevaricante e divisiva, si diffondono sentimenti di sfiducia, chiusura e rifiuto. Tutto questo sembra compromettere seriamente il nostro sistema di rapporti, interrompendo come un gigantesco bug le nostre naturali connessioni e mettendo a dura prova lo stato della salute mentale collettiva. Ma davvero non si comprende che il rispetto per la storia e per il percorso di ogni singolo essere umano è sempre necessario? E proprio non si crede che l’attenzione e la cura per l’alterità siano l’unica via percorribile per il nostro stesso benessere?”. Da queste domande e suggestioni riparte, alla ricerca di possibili risposte, il volo verso le stelle di “Disturbo?”, con il pieno di uno speciale carburante fatto di gesti intrisi di ferma delicatezza.

Info: 0434 504043 (sede Itaca – Udine), 0432 806640 (Comunità Nove).
Segui l’evento su Facebook

Tags

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close