CinemaPrimo piano

Babies, il film che racconta il primo anno di vita di 4 bambini

Sono bimbi così diversi ma anche così simili nonostante siano nati in 4 posti lontanissimi tra loro per posizione geografica, cultura ed estrazione sociale: Mongolia, Giappone, Namibia, Stati Uniti.

Chiaro che uno dei messaggi del film è quello che la felicità di un bambino è indipendente da tanti fattori ambientali.
Il gioco non necessita di chissà quali ritrovati tecnologici… bastano un paio di sassi, un prato una bacinella di acqua… Viene messo in evidenza anche il contatto con la natura che a molti nostri bambini viene a mancare perchè cresciuti in città sovraffollate…
Babies, il film-documentario che racconta il primo anno di vita di 4 bambini

Thomas Balmes è un noto documentarista che dopo numerose esperienze internazionali ha deciso di approfondire temi relativi alla nascita e alla prima infanzia. È autore de “Il primo respiro”, un documentario che esplora l’unicità e straordinarietà del momento in cui viene al mondo un bambino indipendentemente dalla latitudine in cui questo miracolo accade. La peculiarità di Babies è che i 4 bambini appartengono a 4 luoghi della terra completamente diversi fra loro. I protagonisti sono:
– Ponijao che vive con la sua famiglia a Opuwo, un villaggio in Namibia
– Bayarjargai dalla Mongolia
– Mari, bambina giapponese di Tokyo
– Hattie, americanissimo bebè di S. Francisco

Lo scopo del documentario è quello di testimoniare le differenze nelle quali nascono e crescono questi bambini, ma anche quanto siano – allo stesso tempo – esistenze per lo più identiche nonostante l’ambiente circostante e le diverse culture.
Un film sicuramente da vedere per aiutare noi mamme a capire tantissime cose utili all’ educazione dei nostri figli!

Tags

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 + 17 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close
Close